Calice Ligure: immagini del passato e notizie storiche

Con questa iniziativa intendo inserire in queste pagine il frutto delle mie ricerche storiche eseguite in vari archivi: Comune di Calice Ligure, Chiesa Parrocchiale di San Nicolò, Archivio Storico Diocesano di Savona, Archivio di Stato di Savona e Torino e Archivio storico del Comune di Finale Ligure. Le stesse saranno arricchite con immagini d’epoca, che fanno parte della mia raccolta, con l’obiettivo di far conoscere il passato di Calice Ligure ai giovani ed in particolare ai calicesi che vivono lontano dal nostro paese.

Per questo motivo ho voluto condividere il MIO TESORO con tutti per ricordare avvenimenti, magari marginali, che ci permettono di riscoprire pagine di storia dimenticate dalla storia.

La riproduzione delle immagini e dei testi all’interno di questo sito è vietata, salvo autorizzazione scritta. Per questo motivo ogni foto riporta una dicitura che renderà difficile la riproduzione. Chiunque fosse interessato a tale materiale per studi, tesi e/o pubblicazioni può contattarmi; in cambio chiedo solo di essere citato e eventualmente ricevere una copia dell’opera svolta.

Inerentemente le fotografie e i dati di seguito riportati - con finalità esclusivamente culturali e didattiche - si rammenta come non sia necessario il consenso esplicito delle persone ritratte se: l'immagine ritrae un gruppo e non un singolo; è una testimonianza di eventi o cerimonie svoltisi in pubblico; è di interesse informativo, storico o artistico per la collettività. Il tutto alla luce della normativa sulla privacy e i suoi aggiornamenti.



 

Il Fascismo a Calice Ligure: una storia per immagini

A Calice Ligure, prima dell’avvento del fascismo, l’Amministrazione comunale era condotta dal Sindaco Benedetto Bertone, fu Luigi, eletto nel Novembre del 1920: facevano parte del Consiglio: Bartolomeo Bruzzo, Angelo Scanavino, Alfredo Gasparini, Francesco Decia, Pietro Chiazzaro, Bernardino Carzolio, Candido Sterla, Attilio Scanavino, Giovanni Pampararo, Giovanni Barusso, Luigi Baj e Luigi Savio. Questi amministratori rimasero in carica fino al 1926, anno in cui vennero istituiti i Podestà, infatti la delibera del 9 Ottobre 1926 è la prima firmata dal Podesta di Calice Ligure Generale Donato Rognoni, che restò in carica sino al Settembre 1931.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 24 Giugno 2020 09:04)

Leggi tutto...

 

Naufragio del piroscafo Sirio - parte 1

Naufragio  del Piroscafo  Sirio


4 Agosto 1906

Visca Caterina  e la figlia Folchi Marianna fra i passeggeri a bordo.

Ultimo aggiornamento (Martedì 17 Marzo 2020 13:22)

Leggi tutto...

 

Naufragio del piroscafo Sirio - parte 2

Naufragio  del Piroscafo  Sirio

4 Agosto 1906

Visca Caterina  e la figlia Folchi Marianna fra i passeggeri a bordo

Visca Maria Cattarina Maddalena nacque a Carbuta in località Cravarezza il 23 Maggio 1865 da papà Giovanni e da mamma Teresa Depratis, quest’ultima nativa di Bormida. Faceva parte di una famiglia numerosa: Angela nata nel 1856, Angela Maria Antonia nata nel 1858, Luigi Patalone Agostino nato nel 1861, Maria Cattarina nata nel 1863 e deceduta nel 1864, Maria Cattarina nata 1868 (sposata con Cara Giovanni nel 1891), Pietro Giò Batta nato nel 1871, Giuseppe Rocco nato nel 1874 e Maria Angela nata nel 1878.

 

Ultimo aggiornamento (Martedì 17 Marzo 2020 13:22)

Leggi tutto...

 

Presentazione libro Calicesi alla Grande Guerra

Libro Calicesi alla grande Guerra Calicesi alla grande Guerra 1915-1918

Per la ricorrenza del centenario della Grande Guerra 1915/18 mi sembrava giusto e doveroso pubblicare un opuscolo per ricordare questo evento. Partendo dalle cartoline in ricordo dei Caduti Calicesi in mio possesso, ho voluto iniziare questa ricerca che poi si è evoluta in maniera inaspettata. Il mio progetto iniziale era quello di stampare un opuscolo solo in memoria dei caduti Calicesi esaminando esclusivamente documenti originali e senza  attingere a testimonianze e pubblicazioni già divulgate.

Il primo passo è stato quello di visionare i siti nazionali www.cadutigrandeguerra.it in cui sono registrati tutti i caduti e dispersi della guerra 1915/18, e www.antenati.san.beniculturali.it nella sezione Antenati dello Stato Civile di Savona, dove è possibile reperire tutti gli atti dello stato civile del Comune di Calice Ligure, dal 1869 al 1903 per i nati e dal 1869 al 1935 per i morti.

Da queste prime ricerche, oltre ai nominativi dei caduti, sono potuto risalire alle loro date di nascita, dei decessi, ai luoghi in cui sono avvenuti e le modalità; in alcuni casi è stata anche rinvenuta la matricola militare, dato utile per sviluppare la mie successive indagini.

Per avere notizie precise sullo stato di servizio dei caduti ho dovuto consultare l’Archivio di Stato di Savona dove sono conservati tutti i registri del Distretto Militare Savonese, in cui sono annotati le classi di leva, i nominativi e relative matricole militari. Successivamente ho spostato il mio lavoro nell’Archivio Comunale di Calice Ligure, dove sono conservati i registri di Leva e i fogli matricolari dei residenti chiamati alle armi che dal 1877 al 1910. In essi sono annotati oltre ai dati anagrafici, la data della chiamata alle armi, il corpo a cui i soldati erano stati assegnati e variazioni, la data del congedo, e soprattutto il dato più importante ai fini della mia ricerca: la matricola militare.

In considerazione dell’importanza di questi documenti, ho deciso di effettuare la trascrizione integrale completa di oltre 300 nominativi, che vanno dal 1877 al 1900, mentre consultavo tali registri, infatti, venivo a conoscenza di molte notizie importanti sui Calicesi di quel periodo: chi era  emigrato, chi aveva disertato, chi era stato ferito o fatto prigioniero, chi era partito per la Libia, chi aveva ricevuto  riconoscimenti al termine del conflitto. Quindi il mio progetto di pubblicare un opuscolo solo sui Caduti si è trasformato in qualcosa di più consistente. Anche se ero consapevole che sarebbe stato un lavoro lungo ed impegnativo, in quanto avrei dovuto consultare oltre 70 registri, cercare circa 300 nominativi, fotografarli e trascriverli, ho ritenuto doveroso ricordare non solo i Caduti, ma tutti i Calicesi che hanno preso parte alla Grande Guerra.


 

Leggi tutto...

 

Lo stato delle anime

stato anime intestazione

STATO DELLE ANIME DELLA PARROCCHIA DI SAN NICOLAO DI CALICE

Fatta d’ordine di Monsignor Illustrissimo e Reverendissimo dal Preposito

Giovanni Bernardo Rossi il 4 Aprile 1684

Trascrizione originale dello “Stato delle anime della Parrocchia di San Nicolò di Calice”, conservato in Archivio Storico Diocesano di Savona.

 

VISUALIZZA

Ultimo aggiornamento (Venerdì 30 Gennaio 2015 14:42)

 

Inaugurazione Mostra Centenario della Grande Guerra alla Casa del Console

manifestog

Mostra Centenario della Grande Guerra inaugurata  il 4 Novembre 2018  presso la Casa  del Console.

 

Leggi tutto...

 

Bove Leonardo Angelo Giovanni

bb

Leonardo è nato il 18 Maggio 1892 a Carbuta  (Calice Ligure), figlio di Giorgio e Viola Maria  detta Marinetta , la copia avrà altri 8 figli. Dal foglio matricolare, conservato all’Archivio di Stato di Savona, risulta che Leonardo di professione è muratore e la cosa più importante è che sa leggere e scrivere. Questo fatto lo ritengo molto importante perché gli ha permesso di fare carriera nell’esercito e ha potuto tramandarci momenti del suo vissuto nel periodo trascorso in Libia e durante la Prima Guerra Mondiale. Scrive questo suo diario, ricco di avvenimenti e ricordi personali, durante il periodo di degenza trascorso in Germania, dopo essere stato ferito e fatto prigioniero l’8 novembre 1917.

Leggi tutto...

 

Testimonianza di Don Eusebio Pamparino

 

d e

TESTIMONIANZE SULLA RESISTENZA

Visto che le testimonianze dei parroci di Calice e Rialto sulla Resistenza hanno riscosso un notevole interesse, ho pensato di fare cosa gradita, anche se non riguardano la comunità calicese, di pubblicare anche quelle dei sacerdoti dei paesi vicini che sono conservate nell’Archivio Storico Diocesano di Savona.

Leggi tutto...

 
Partner

Carlo Croce, che risiede a Montevideo, ma con profonde radici calicesi e un legame indissolubile con il nostro paese ci presenta il suo sito web dedicato al mondo dell'agricoltura

montenativo

(per l'occasione il sig. Croce ha preparato una pagina in italiano per i lettori di Calice Ligure)