Naufragio del piroscafo Sirio - parte 2

Naufragio  del Piroscafo  Sirio

4 Agosto 1906

Visca Caterina  e la figlia Folchi Marianna fra i passeggeri a bordo

Visca Maria Cattarina Maddalena nacque a Carbuta in località Cravarezza il 23 Maggio 1865 da papà Giovanni e da mamma Teresa Depratis, quest’ultima nativa di Bormida. Faceva parte di una famiglia numerosa: Angela nata nel 1856, Angela Maria Antonia nata nel 1858, Luigi Patalone Agostino nato nel 1861, Maria Cattarina nata nel 1863 e deceduta nel 1864, Maria Cattarina nata 1868 (sposata con Cara Giovanni nel 1891), Pietro Giò Batta nato nel 1871, Giuseppe Rocco nato nel 1874 e Maria Angela nata nel 1878.

 

 

La famiglia Visca è originaria di Cravarezza infatti nel Civico Archivio Storico di Finale Ligure Curia Civile e Criminale 09/895, sono conservati gli atti di un processo per un fatto accaduto in  Cravarezza nel 1770 fra i testimoni è  comparso Bernardo Visca di anni 30. Del matrimonio di Giovanni e Teresa  non è stata reperita la data, risiedevano in Cravarezza ed erano contadini, illetterati. Nell’Archivio Storico Diocesano di Savona è conservato l’atto di morte in cui risulta che la mamma Teresa Depratis morì il 29 Aprile 1882 a soli quarant’anni, si deduce che la sua prima figlia la ebbe a l’età di 14/15 anni. I figli anche giovanissimi erano impegnati nei lavori di campagna ed in particolar modo nei pascoli, successivamente i più grandicelli collaborarono al mantenimento della famiglia eseguendo giornate di lavoro presso chi le richiedeva, infatti in certi periodi dell’anno parecchi contadini si recavano nella frazione di Cravarezza in aiuto ai residenti, a volte il compenso retribuito era costituito da prodotti della zona.


Visca Angela Maria Antonia nata nel 1858

Non si hanno molte informazioni sulla famiglia Visca, in Archivio Storico Diocesano di Savona è conservato l’atto di matrimonio tra Angela Maria Antonia, classe 1858,  con Scotto Paolo Antonio avvenuto il 21 Giugno 1878, lui aveva 26 anni lei 20 e si trasferirono a Carbuta in località Costa nello stesso anno. Nascono due figli  Maria Angela il 2 febbraio 1879 e Edoardo Nicolò il 14 Ottobre 1880. Angela Maria Antonia rimase vedova nel 1884. Si risposò con rito religioso l’8 Ottobre 1887 con Tamerisco Policarpo, contadino, residente a Loano, figlio di genitori ignoti. Dal matrimonio nacquero quattro figli, il 27 Dicembre dello stesso anno Maria Angela Emilia, il 27 Luglio 1890 Carlo Gianni Edoardo, il 25 Febbraio 1893 Giuseppa Maria Paola e il 25 Giugno 1900 Giuseppina Maria Teresa. Il rito civile del matrimonio venne registrato alcuni anni dopo, il 28 Aprile 1901.

Per quanto riguarda le prime informazioni su Visca Maria Cattarina Maddalena risalgono agli atti dello Stato Civile del Comune di Mallare in cui è registrato il suo matrimonio con Sebastiano Marenco di Codevilla, avvenuto l’8 Gennaio 1888, lei ha 24 anni, Sebastiano anni 22. I coniugi vanno ad abitare nella cascina detta delle “Galline” sempre in Cravarezza, ma collocata nel territorio delle Mallare, dove il 15 Aprile dello stesso anno nasce la figlia Domenica Albina. Sebastiano Marenco muore prematuramente  il 13 Novembre 1889.1

Altre informazioni su Maria Cattarina Maddalena le troviamo negli atti di matrimonio della Chiesa di San Eusebio di Perti del Maggio 1890. Sono trascorsi 6 mesi dal decesso di Marenco e risulta che Maria Cattarina Maddalena, venticinquenne,  il 19 di Maggio dello stesso anno è domiciliata a Perti e si unisce in matrimonio con Folchi Bartolomeo, di anni 57. Quest’ultimo era nativo di Perti, figlio del fu Bernardino e della fu Benedetta Garrasini, vedovo di Tarvico Maria Antonia. Oltre al rito religioso venne celebrato quello civile, le pubblicazioni avvennero il 14 Giugno e il matrimonio il 18 Luglio 1890 presso il Comune di Finalborgo. Dagli atti risulta che Bartolomeo è benestante, proprietario, residente a Perti in contrada Folchi/San Bernardo, letterato,  mentre la moglie è illetterata.

Perti  Località San Bernardo/ Folchi

Il 25 Febbraio 1891 presso lo stato Civile del Comune di Finalborgo si presenta Visca Giovanni (padre di Maria Cattarina Maddalena) di anni 62, contadino e domiciliato in Calice Ligure, dichiarante che il 24 del mese corrente in località San Bernardo, di aver assistito al parto di sua figlia ventisettenne, moglie di Folco Bartolomeo, proprietario di anni 58 temporaneamente in America. La bambina venne registrata col nome di Marianna .

La figlia di Maria Cattarina Maddalena venne battezzata nella Chiesa Parrocchiale di San Eusebio in Perti il 22 Marzo 1891 con i nomi di Angela Maria Caterina. Alla funzione era presente anche il padre, rientrato dall’America, a testimonianza del fatto l’apposizione della sua firma sull’atto di battesimo.

Visca Giovanni,papà di Maria Cattarina Maddalena, muore in località Cravarezza il 22 Maggio 1898 all’età di 68 anni, marito di Teresa Depratis, quest’ultima in tutti gli atti dello stato civile era registrata Deprati.

Come si può notare Folchi Bartolomeo si spostava fra Perti e l’America, non era presente al momento della nascita ma era rientrato per il battesimo della figlia che, allo stato civile era stata registrata col nome di Marianna, mentre in quello religioso furono imposti nomi diversi.  Bartolomeo in tutti gli atti si firma sempre Fulchi.

Sul cognome Folco, Folchi e Fulchi non si può essere precisi perché variano da documenti a documenti, certamente erano diversi nuclei famigliari e tutti benestanti. Alcuni sono diventati sacerdoti, nel 1626 costruirono una Cappella nel loro quartiere in Perti e la dedicarono a San Bernardo. Nel 1633 fu fatto un legato per una Messa alla settimana per Giò Bernardo Folco. Sempre di quel periodo risale un legato in favore di Domenico Folco, fu Giacomo, di dieci messe ogni anno. Altri ricoprirono anche la carica di sindaco fino alla soppressione del Comune nel 1870.

Perti Cappella di San Bernardo Costruita nel 1626 dalla Famiglia Folchi

Probabilmente Bartolomeo avendo proprietà non solo a Perti ma anche in America faceva la spola tra i due continenti. In questi viaggi lo seguiva anche la moglie? Maria Cattarina Maddalena ha soggiornato in America con lui per lunghi periodi? Marianna potrebbe aver convissuto per alcuni anni a Carbuta con gli zii e cuginetti e questo viaggio era stato programmato per ricongiungersi con il padre, ormai anziano? Questi ed altri sono gli interrogativi che mi sono posto ma a cui non posso dare una risposta.

Unica  certezza è che Visca Maria Cattarina Maddalena e la figlia Marianna, ormai quindicenne, si imbarcarono sul piroscafo Sirio, in partenza dal  porto di Genova, il 2 Agosto 1906  due giorni prima della tragedia.

Il Vapore Sirio “ Dalla Domenica Del Corriere n°33 Del 19 Agosto 1906

La notizia ufficiale della presunta morte di Visca Maria Cattarina Maddalena è comunicata al Sindaco di Calice Ligure dal R. Consolato Generale d’Italia in Barcellona in data 14 Maggio 1907 e vi si legge:

“Atto di scomparizione in mare. Noi R. Console Generale, Ufficiale Dello Civile, certifichiamo che sul registro atti di Morte, parte 2°, nell’anno 1906 risulta che Vischi Caterina, da Calice, di anni 44, figura fra le persone scomparse in mare in seguito al naufragio del Vapore Sirio avvenuto la sera del 4 Agosto 1906. Barcellona 31 dicembre 1906”

Da informazioni avute dai discendenti risulta che Marianna venne tratta in salvo, ma per lo spavento perse temporaneamente la parola. Fu ospite del Consolato Spagnolo e successivamente, rientrata in Italia, ospitata a Carbuta dalla famiglia degli zii Visca/Tamerisco , Inoltre affermano che in casa si è sempre raccontato che il viaggio Sul Sirio era stato programmato per una ricongiunzione definitiva della Famiglia, essendo il Folchi riuscito ad organizzare proficui affari commerciali in America. Purtroppo non si sa con precisione  dove risiedeva e che attività che svolgeva.  Sempre I discendenti affermano che Marianna era conosciuta  con il nome Angela, come risulta  anche nell’atto di Battesimo.

Marianna, all’età di ventuno anni, il 23 Maggio 1912 si unisce in matrimonio con Maglio Giuseppe, fu Giorgio, di anni 35. Risiedono a Calice Ligure in Via Vecchia e dalla loro unione nascono i figli Giorgio Giovanni, il 27 Dicembre 1914 e Maria Emilia Stefania Caterina il 13 Aprile 1921.

Anna Parodi, Folchi Marianna e la figlia Maglio Maria (Non si hanno certezza sul Sig. presente nel gruppo)

Ritornando alla famiglia Folchi/Visca non si hanno notizie certe dal 1891 al 1906; nei registri di battesimo delle chiese di San Eusebio a Perti, di S. Martino a Carbuta e di S. Nicolò a Calice e allo stato civile dei comuni di Finalborgo e Calice Ligure non risultano altri figli della coppia. Però da documenti consegnatimi dai familiari, ho riscontrato che nel 1916 Marianna Folchi fa un ricorso probabilmente per motivi di eredità al Tribunale Civile e Penale di Finalborgo per ottenere la dichiarazione di assenza dei fratelli Giovanni e Natale Folchi concessagli il 1° Giugno 1918. In un’attestazione giurata del 1931 emessa dalla R. PREFETTURA di Finale Ligure i Sigg.ri Tamerisco Candido, Basadonne Cesare, Bianchi Giacomo e Maglio Paolo “dichiarono sotto il vincolo di giuramento e per piena conoscenza che gli assenti Folchi Giovanni e Natale figli del fu Bartolomeo e Visca Caterina, domiciliati a Calice Ligure, nel tempo a cui risalgono le loro ultime notizie, ossia all’anno millenovecentosei epoca in cui il primo di essi avrebbe avuto 14 anni il secondo 12 anni”. Se ne deduce che Marianna non era figlia unica.

Marianna muore a soli 57 anni, i suoi discendenti tuttora in vita ricordano questa triste storia.

Le avversità di Visca Maria Cattarina Maddalena mi sono state segnalate dalla Sig.ra Euliana Basalia discendente delle persone in questione, in seguito ho potuto effettuare tutte le mie ricerche per approfondirne i fatti.

 
Partner

Carlo Croce, che risiede a Montevideo, ma con profonde radici calicesi e un legame indissolubile con il nostro paese ci presenta il suo sito web dedicato al mondo dell'agricoltura

montenativo

(per l'occasione il sig. Croce ha preparato una pagina in italiano per i lettori di Calice Ligure)